Now Reading
IL Duo DI Artisti Thukral E Tagra Sul Loro Approccio Meditativo Al Design
English Deutsch Italiano Español

IL Duo DI Artisti Thukral E Tagra Sul Loro Approccio Meditativo Al Design

L'arte spesso sfugge alle definizioni. È un’opera o un’emozione, un’esperienza soggettiva o un prodotto tangibile? Jiten Thukral e Sumir Tagra ci offrono una risposta alternativa: se l'arte può essere tutto e ovunque, il suo potenziale può essere infinito. 

Dopo aver studiato Belle Arti nel loro paese d'origine, l'India, Jiten e Sumir si sono uniti nel 2004 creando il duo Thukral e Tagra, imponendosi rapidamente nel mondo dell'arte contemporanea, con mostre in tutto il mondo. Espandere il più possibile la fruizione dell'arte è la loro missione, creando ambienti dinamici che abbracciano tutti i mezzi, cancellando qualsiasi confine tra arte e vita e rifiutando la semplice categorizzazione. 

Nel 2017 Jiten e Sumir hanno fondato il loro laboratorio interdisciplinare, Pollinator, uno spazio volto alla condivisione aperta della conoscenza e al dibattito sulle questioni contemporanee. Al centro del loro pensiero creativo c’è il concetto del “Social Design”, dove è fondamentale la relazione tra individuo e comunità e che si manifesta nelle loro opere con una visione giocosa, a cavallo tra pop-art e surrealismo, attraverso cui emerge una critica socio-politica ai temi che riguardano l’emigrazione, l'identità indiana o la globalizzazione, accanto ad analisi del simbolismo e della mitologia indù.

La recente collaborazione con Rado è fortemente ispirata dalla loro filosofia: 37 lancette che rappresentano diversi fusi orari e che si muovono insieme sotto un'unica cassa in ceramica. Perché il tempo, proprio come l'arte, esiste al di fuori di ogni definizione, anche se all'interno della nostra esperienza condivisa.

Thukral and Tagra
“Match Fixed/ Fixed Match” – Le Tripostal, Lille, Francia | 2019

Nell’opera “Match Fixed/Fixed Match” esposta all’UCCA di Pechino, Thukral and Tagra hanno posto lo spettatore davanti ad un ambiente precostruito, in parte soggiorno borghese e in parte campo da gioco per l'antico sport indiano Kabbadi; un ambiente legato esso stesso ad una storia di identità culturale. 

 

I motivi giocosi e i colori sgargianti celano in realtà una critica feroce ai matrimoni combinati del Punjabi. Dopo aver lasciato la loro terra per perseguire il sogno di una carriera di successo, molti giovani uomini tornano lì per sposare una ragazza del posto, spesso solo per prendere la dote e ripartire, lasciando la moglie isolata e abbandonata al suo destino. Il salotto è un indicatore della cultura consumistica, un emblema del sogno internazionale che sta inghiottendo l'emergente classe media indiana. Trofei umani adornano la stanza, e le pareti sono tappezzate di finestrini di aerei che incorniciano i volti degli sposi in fuga. Gli schermi televisivi trasmettono le interviste delle mogli abbandonate, che sperano con ansia di ricongiungersi con i loro mariti un giorno, mentre il tempo passa portando spesso solo dolore.

“Table Manners” – Palazzo dell'Indipendenza, Astana, Kazakistan | 2019

L’impegno nei confronti della nostra comunità e, al tempo stesso, il modo in cui ci interfacciamo con noi stessi, sono temi centrali nel lavoro di Thukral e Tagra, indagati anche da una prospettiva psicologica. 

 

Table Manners’ (2019), una mostra in tre parti tenutasi al Palazzo dell'Indipendenza in Kazakistan, ha esaminato gli elementi sociali e psicologici dell'idea di “gioco”, utilizzando il linguaggio di una partita di ping pong. Esplorando l'effetto della comunicazione tecnologica sull'ansia sociale, Thukral e Tagra si interrogano su quanto siano genuini o costruiti i nostri rapporti con gli altri, e su quanto sia davvero divertente la nostra percezione della cultura. Lo scambio reciproco dell'interazione sociale diventa così il ritmo del gioco, mentre i giocatori o “estranei” si muovono attraverso i tre livelli di una conversazione. Questo gioco ci costringe a riflettere: dove ci troviamo in relazione agli altri e in relazione alla società?

Rado True Square ‘Over the Abyss' di Thukral e Tagra

Quanto sono importanti i materiali nel vostro lavoro di designer? 

Un design è imperfetto se non è in sintonia con il materiale cui è realizzato. Si può dire che materiali e creatività siano inscindibili. Ogni nuova prospettiva ci affascina, soprattutto se utilizziamo un materiale classico per raccontare una nuova storia.

 

Qual è il vostro rapporto con il tempo?

Il tempo è un concetto estremamente potente. Possiamo definirlo in molti modi, rispetto al nostro modo di vivere e a ciò in cui crediamo.

Per noi è una misura ma anche un maestro. Guarisce e allo stesso tempo può causare sofferenza In qualunque modo lo si interpreti, come il battito del cuore o il ghiaccio che si scioglie, scandisce il ritmo delle nostre vite.

 

Qual è la vostra filosofia progettuale e come l’avete espressa nel True Square?

“Essere consapevoli della realtà che ci circonda e trovare il modo per dare forma alle idee”. Ci piace sperimentare e utilizzare nuovi materiali. Guardiamo a un futuro ideale, senza condizionamenti, cercando di dar vita a una visione che sia al contempo coinvolgente e rassicurante.

 

Raccontateci quali sono i vostri prodotti preferiti tra quelli disegnati finora, le pietre miliari della vostra attività. 

Da oltre 18 anni, progettiamo e realizziamo oggetti in cui arte, design, stile di vita e cultura si mescolano nelle forme più diverse con brand, forme di comunicazione, prodotti, esperienze immersive, workshop e collaborazioni con artisti.

 

Leggi anche:

I nostri contenuti potrebbero contenere link di affiliazione, che non vi comporteranno alcun costo ma ci aiuteranno a sostenere le spese di produzione. Tuttavia, questo non influisce in alcun modo sulle nostre recensioni o liste. Inoltre, ci impegniamo nel mantenere i contenuti equi ed equilibrati, al fine di aiutarvi a fare la scelta migliore.

© 2020 NOBLE&STYLE Media GmbH. All Rights Reserved.

Scroll To Top