Now Reading
Gli abbinamenti perfetti: intervista al sommelier André Macionga
English Deutsch Italiano Español

Gli abbinamenti perfetti: intervista al sommelier André Macionga

André Macionga

Nel mondo dei vini pregiati e delle esperienze enogastronomiche più raffinate, il sommelier André Macionga è certamente uno degli esperti tedeschi di maggior rilievo nel settore, stimato per le sue conoscenze approfondite e la sua dedizione totale.

André ha fatto di questa professione la sua vita, ottenendo premi e riconoscimenti a livello internazionale che pochi possono vantare.
Attualmente, non solo produce le sue cuvée, ma gestisce anche l'esclusivo Ristorante Macionga di Berlino in collaborazione con il celebre chef Sebastian Leyer. L'armonioso connubio tra vini di alta qualità e cucina ricercata è una vera e propria delizia per i sensi. In un mondo in cui il vino è spesso considerato una forma d'arte, Macionga è senza dubbio un artista. La sua competenza, la sua passione e la ricerca incessante della perfezione, lo rendono un professionista unico che ha conquistato non solo il mondo dei sommelier ma più in generale gli appassionati del settore.

Abbiamo avuto la fortuna di intervistare André Macionga, la cui straordinaria carriera è senza dubbio una fonte di ispirazione per tutti gli amanti del vino. Scopri con noi il segreto del suo successo e quali sono le sue etichette preferite.

André Macionga sommelier

Il sommelier André Macionga

 

Benvenuto, André, è un piacere averti qui con noi!
Ci racconti come hai iniziato a lavorare nel settore del vino e cosa ti ha spinto a diventare sommelier?

La curiosità per il piacere mi ha portato a diventare sommelier. Ho sempre avuto un'enorme passione per la degustazione di sapori diversi. Questa passione l'ho vissuta per 12 anni con la creazione dei miei vini André Macionga Cuvée, prodotti nella vineria Bodegas Macionga e soprattutto nel mio ristorante Macionga nel quartiere Wilmersdorf di Berlino.

 

Quale aspetto del tuo lavoro ti da più soddisfazione?

Poter imparare qualcosa di nuovo ogni giorno. Ogni bottiglia di vino che apro racconta una storia. E mi piace molto poterla ascoltare.

 

Ci sono idee sbagliate sul vino che vorresti correggere?

Assolutamente sì. Il vino è piacere. Non importa quanto costa un vino o se ne sai qualcosa. Se il vino ti fa sorridere, è un buon vino.

 

Potresti condividere con i nostri lettori un consiglio professionale sull'abbinamento dei vini?

Innanzitutto, consiglierei di scegliere il bicchiere giusto, in modo che anche il vino possa presentarsi in modo ottimale. Inoltre, la temperatura è uno dei fattori più importanti quando si serve il vino. Il vino rosso non dovrebbe mai essere servito troppo caldo e il vino bianco mai troppo freddo. Naturalmente, ognuno può decidere da solo. La consistenza del vino è un altro fattore particolarmente importante per un abbinamento corretto. Per quanto riguarda la tipologia di vino, si deve scegliere in base all'umore e al gusto personale.

 

I vini consigliati dal sommelier André Macionga

 

Vini bianchi

Quali sono i tuoi cinque vini bianchi preferiti per l'estate e come li abbineresti?

1. Riesling Nussbrunnen Schloss Reinhartshausen Rheingau 2020
I tipici aromi agrumati e il profumo di pesca bianca e albicocca lo rendono inconfondibile! Al palato, il vino presenta leggere note minerali e un'incredibile succosità. Consiglio di abbinarlo con antipasti leggeri o con delle ostriche.

2. Pialini Cuvée André Macionga Cuvée & Schnaitmann Württemberg 2018
All'inizio è un'esplosione di fresche note agrumate e consistenza cremosa. Dopo un po' lascia il posto ad un'armonia sempre più densa e dalle mille sfaccettature, ricca di piacere. Il Pialini si sposa al meglio con piatti leggeri a base di pesce.

3. Mysterium Cuvée trocken Weingut Disibodenberg Nahe 2020
Mysterium – dal greco mysterion – originariamente sta per celebrazioni cultiche con un nucleo che rimane segreto. Un compagno meraviglioso per piatti vegetariani.

4. Es ist wie es ist Nr.9 André Macionga Cuvée & Horst Sauer Franken 2019
Il kumpquat danza con il frutto della passione. Il tabacco affumicato accompagnato da torba umida fluisce con una sottile vaniglia. Menta, verbena e foglie di lime danzano sul palato. Il vino diventa sempre più fondente con l'aria senza essere pieno. Mandarino giovane e fresco. Un mix di freschezza e ricchezza. Vapore e potenza ma non grasso. L'amaro stimola un flusso di palato deciso ed è irresistibile. Un vino perfetto per tutti i tipi di crostacei.

5. Schieferterrasse Heymann Löwenstein Mosel 2020
Un vino molto vivace, agrumato e dalla particolare acidità. Affilato e molto minerale, nato su terreni terrazzati ricchi di ardesia. Si abbina bene a insalate fresche e sottaceti.

 

2020 Riesling Nussbrunnen Schloss Reinhartshausen Rheingau2018 Pialini Cuvée André Macionga Cuvée & Schnaitmann Württemberg2020 Mysterium Cuvée trocken Weingut Disibodenberg Nahe2019 Es ist wie es ist Nr.9 André Macionga Cuvée & Horst Sauer Franken2020 Schieferterrasse Heymann Löwenstein Mosel

 


Vini rosati

Quali sono i tuoi cinque vini rosati che preferisci e con quali piatti li abbineresti?

1. Evoé! Rose Rainer Schnaitmann Württemberg 2022
Frutti di bosco e spezie. Rabarbaro, ribes rosso, mirtilli d'India e mele dalle guance rosse. Accompagnati da fragranti note floreali come la viola e la macchia mediterranea. L'acidità succosa e fruttata lo rende un piacere da sorseggiare. I tannini finemente speziati e la delicata fusione conferiscono struttura e profondità. Si abbina meravigliosamente a piatti fruttati.

2. Viña Tondonia Gran Reserva Rose Rioja 2008
Una rarità della Rioja, prodotta solo nelle annate migliori. Tanta complessità, dolcezza e intensità sono davvero rare in un vino rosato. Questo vino elegante ha preservato aromi meravigliosamente chiari e freschi di frutta nonostante il lungo periodo di invecchiamento – è stato in barrique solo per quattro anni. Elegante, con grande profondità e un lungo finale: unico! Perfetto con le verdure grigliate.

3. Muse Rose Domaine de L'Ècu Loire 2021
Una rosa meravigliosamente speziata. Ottimo equilibrio tra serietà e divertimento. Perfetto per l'estate. Si abbina meravigliosamente come apéritif e con piccoli spuntini.

4. Parisy Vin de Table Rosé Emmanuel Reynaud Rhône 2009
Il rosato Château des Tours di Emmanuel Reynaud è semplicemente una pura delizia, con un'esplosione fruttata al naso. Al palato è glicerico e si dimostra ricco, con un buon volume e un lato morbido. Un rosato davvero unico nel suo genere! Perfetto per accompagnare carni leggere arrostite a breve distanza.

5. La Negra Tomasa Azul Perdido La Palma 2021
Da un vigneto di Listán Negro di alta quota, vicino a El Paso. Pressato delicatamente e vinificato da mosto fiore. Fermentato in vasche d'acciaio a temperature piuttosto basse. Un vino ambizioso e molto piacevole da bere. Perfetto da abbinare con il pesce al vapore.

 

2022 Evoé! Rose Rainer Schnaitmann Württemberg2008 Viña Tondonia Gran Reserva Rose Rioja2021 Muse Rose Domaine de L'Ècu Loire2009 Parisy Vin de Table Rosé Emmanuel Reynaud Rhône2021 La Negra Tomasa Azul Perdido La Palma

 


 

Vini rossi

Quali sono i tuoi vini rossi preferiti adatti alle serate più fredde? 

1. Komplex 19 André Macionga Cuvée & Disibodenberg Nahe 2018
Toni borgognoni e sobri con un ampio spettro aromatico. Ha un'acidità incredibilmente vivace e un grande gioco di note di ciliegia. La ricchezza e la concentrazione si presentano da un lato morbide e setose e dall'altro più vivaci e speziate. Un vino molto curioso. Eccellente con brasati di carne rossa.

2. Gevrey Chambertin Clos Prieur Domaine Marc Roy Burgund 2018
Clos Prieur è un magnifico vino proveniente da un particolare terroir situato appena sotto Mazis-Chambertin. Al naso, presenta frutti rossi delicati e piuttosto floreali, cannella e sentori di una mineralità gessosa e terrosa piuttosto intensa. Al palato è croccante e fresco, con una gessosità che gioca con i frutti rossi. Molto piacevole con i classici piatti di carne.

3. Cims de Porrera Classic Priorat 2013
Il Cims de Porrera è prodotto esclusivamente con l'antica varietà Cariñena. Durante la vendemmia viene selezionata più di cinque volte fino a quando non rimangono davvero solo le uve migliori. Le botti sono nuove e vengono sostituite annualmente. Nessuno sforzo è troppo per produrre le poche bottiglie di questo super vino. Ideale per accompagnare un barbecue.

4. Montepulciano d'Abruzzo DOC Amorotti Loreto Aprutino 2019
Fermentato spontaneamente, con lieviti naturali sulla buccia dell'uva, con pochi interventi, non chiarificato e non raffinato. Elegante, fruttato al palato, ciliegie succose, un po' di polvere da sparo al naso: un vino con un potenziale incredibile. Perfetto da abbinare all'alta cucina italiana.

5. Blaufränkisch Lutzmannsburg Alte Reben Moric Burgenland 2020
Già al naso un vino potente e coinvolgente che mi trascina letteralmente nel bicchiere. Seducente e ricco, allo stesso tempo fresco ed elegante. Aromi molto invitanti, spezie brillanti, tabacco, scatola di sigari, tè nero, liquirizia. Prugnola e gelso con ciliegia nera. Da abbinare agli eccezionali involtini di manzo della nonna.

 

2018 Komplex 19 André Macionga Cuvée & Disibodenberg Nahe2018 Gevrey Chambertin Clos Prieur Domaine Marc Roy Burgund2013 Cims de Porrera Classic Priorat2019 Montepulciano d'Abruzzo DOC Amorotti Loreto Aprutino2020 Blaufränkisch Lutzmannsburg Alte Reben Moric Burgenland

 


Champagne

Puoi consigliarci cinque dei tuoi champagne preferiti per i momenti speciali?

1. Substance Blanc de Blanc Grand Cru Brut Jacques Selosse
Uno champagne unico con sottili note di brioche e di burro fuso. Per me, uno degli champagne più particolari che conosca. Si abbina perfettamente a piatti forti e speziati di qualsiasi tipo.

2. Millésime Grand Cru Egly Ouriet 2002
Sono pochi gli champagne che affascinano come questi di Egly Ouriet. Un equilibrio perfetto di vinosità e freschezza. Uno champagne con un potenziale di invecchiamento infinito. Perfetto con i formaggi ben stagionati.

3. L'Ètoile de Berru Extra Brut Zero Dosage André Macionga Cuvée & Adam Mereaux 2017
Un'annata atipica particolarmente sorprendente! Un affascinante perlage nobile che penetra nel verde. Ci sdraiamo sul fieno secco, mangiamo pere giovani e annusiamo meloni acerbi. Meraviglioso con i frutti di mare.

4. 740 Dégorgement Tardif Jacquesson
Questo champagne è come un piatto complesso. Dopo ogni sorso, mostra un nuovo lato. Preferisco abbinarlo a piatti classici a base di pollame.

5. Cuvée Louis Tarlant 2004
La Cuvée Louis è composta in parti uguali da Chardonnay e Pinot Nero. Un bouquet decadente di mele gialle mature, crostata di limone, grano secco e un profondo carattere di brioche lievitata, anche leggermente affumicato, si sprigiona dal bicchiere. Da servire con una dozzina di ostriche fresche.

 

Substance Blanc de Blanc Grand Cru Brut Jacques Selosse2002 Millésime Grand Cru Egly Ouriet2017 L'Ètoile de Berru Extra Brut Zero Dosage André Macionga Cuvée & Adam Mereaux740 Dégorgement Tardif Jacquesson2004 Cuvée Louis Tarlant

 


Grazie André, è stato un grande piacere!

 

Per maggiori informazioni visita il sito del sommelier André Macionga.

 

Leggi anche:

Last Updated on Febbraio 5, 2024 by Editorial Team

I nostri contenuti potrebbero contenere link di affiliazione, che non vi comporteranno alcun costo ma ci aiuteranno a sostenere le spese di produzione. Tuttavia, questo non influisce in alcun modo sulle nostre recensioni o liste. Inoltre, ci impegniamo nel mantenere i contenuti equi ed equilibrati, al fine di aiutarvi a fare la scelta migliore.

© 2020 NOBLE&STYLE Media GmbH. All Rights Reserved.

Scroll To Top
error: Content is protected !!